Filmati


Negli corso degli anni il C.d.Q. Alberone ha realizzato nove DVD autoprodotti:

 

Convergence :Racconta le lotte degli immigrati in Francia e come queste si sono intersecate con le lotte dei rifugiati politici italiani negli anni ’80.

 

Appuntamenti di fine secolo : Riproduce il dibattito che si svolse nella nostra sede con Rossana Rossanda e Pietro Ingrao in occasione della presentazione del loro libro.

 

Immagini dal Territorio” : Un antologia di immagini audiovisive riguardanti iniziative promosse o associate al  C.d.Q. Alberone.

Altri progetti sono in cantiere e prossimamente pubblicheremo nuovi DVD.

Consigliamo, inoltre, la visione del video sulla lotta del Collettivo PrecariAtesia realizzato da Ascanio Celestini, quasi interamente girato nella nostra sede in cui si riunisce, sin dalla sua nascita, il Collettivo PrecariAtesia.

 

“La storia operaia del IX Municipio” La firma “Quelli dell’Alberone” è tratta dal titolo del libro che i compagni del Comitato di Quartiere Alberone hanno prodotto per il loro trentesimo compleanno nel 2000.

Questo video racconta la storia operaia del IX Municipio, le immagini sono state riprese durante l’incontro pubblico che si è svolto il 22 Novembre 2007 presso la sede del Comitato di Quartiere Alberone.
All’incontro hanno partecipato, Medelina (ex operaio FATME) Marcelli (FIOM) Miliucci ( Comitato Polito Enel).
I lavori sono stati coordinati da Paolo Grassi e dal Comitato di Quartiere Alberone.

Roma, Maggio 2009

 

“Quelli dell’Alberone…Quarant’anni dopo”

La firma “Quelli dell’Alberone” è tratta dal titolo del libro che i compagni del comitato di Quartiere Alberone  hanno prodotto per il loro trentesimo compleanno nel 2000.
Per i Quarant’anni di attività politica dei “compagni dell’alberone” abbiamo deciso di fare un video.
Cimentarsi con il linguaggio delle immagini non è stato facile.Negli anni settanta, telecamere e macchine fotografiche non erano strumenti consueti tra i compagni e le compagne; inoltre molte immagini di quegli anni sono state in gran parte sequestrate nel corso delle varie perquisizioni.

Nel montare questo video abbiamo “saccheggiato” molte immagini e le abbiamo integrate con le foto che avevamo e con le interviste fatte ai compagni/e dell’Alberone e ad alcuni personaggi storici del quartiere.

 

“Autunno caldo 1969-2009 i nostri primi 40anni”

 

“Sicurezza sul lavoro”

“Ma chi ha detto che non c’è” E’ ampia e rappresentativa la tribuna di coloro che affermano la necessita di mettere fine al conflitto tra capitale e lavoro. Marchionne, Marcegallia, Fini, Bonanni ed Epifani ( e quindi imprese, politica e sindacati) in diverse occasioni hanno ribadito che in tempi di crisi e dentro i meccanismi della competizione globale, gli interessi dei padroni e quelli dei lavoratori devono convergere per rilanciare la competitività, la produttività, la concertazione sociale.

Questa invocazione al patto sociale è un inganno e una minaccia per gli interessi dei lavoratori, dei disoccupati, dei precari.

 

“La difficoltà della classe lavoratrice” Misurarsi con la crisi, Riccardo Bellofiore lo fa da anni.

Con due libri prova a sintetizzare sia l’aspetto propriamente teorico: “La crisi capitalistica, la barbarie che avanza”, sia quello di stretta attualità: “La crisi globale,l’europa,l’euro,la sinistra”.
In questa presentazione Riccardo Bellofiore si è confrontato con Francesco de Lorenzo, Piero Bernocchi,G.Marco D’Ubaldo, Vincenzo Miliucci, Piero Castello,Fabio Ciabatti, Stefano Pezzotti

 

 

“Lavoro o non lavoro volemo campa” Le trasformazioni del mondo del lavoro negli ultimi 40anni, sempre meno lavoro stabile, sempre più lavoro precario, disoccupazione e lavoro in nero.

Il 27 Gennaio 2013 presso il Casale Falchetti si è tenuto un dibattito sulla disoccupazione.
Ricordando la figura di Antonio Casale, figura importante del movimento Disoccupati Organizzati degli anni ’70.
Sono intervenuti G.D’Ubaldo, M.Paolini e un contributo scritto di R.Giuliani.

 

 

“Parole Sante” non è un nostro dvd ma è stato girato e prodotto da Ascanio Celestini.
Il motivo per cui lo segnaliamo è triplice; è un documentario che racconta una lotta di precari, quella di Atesia, un grande call center di Roma. La racconta facendo parlare in prima persona i lavoratori-lavoratrici. Il secondo motivo è che tutte le riprese si sono svolte all’interno del comitato. Il terzo motivo è che la sede del Comitato era la sede del collettivo dei lavoratori Atesia, sede che molti di quei protagonisti oggi insieme ad altri compagni/e gestiscono.